lunedì 15 novembre 2010

Scienza moderna e misticismo



Per la filosofia del Tantra Yoga, come per la maggior parte delle correnti mistiche sia orientali che occidentali, l'universo non è nient'altro che una combinazione di una vasta gamma di onde vibrazionali. Gli organi di senso svolgono le proprie funzioni con capacità molto limitata e infatti possono ricevere queste onde in un campo molto ristretto: non hanno la capacità di ricevere onde grossolane o sottili. In verità gli organi umani possono difficilmente percepire l'1% di tutte le possibilità che vengono espresse nel mondo fenomenico; di fatto quasi tutte si trovano al di là della portata della percezione umana. La ricetta cosmica (vedi foto in alto) dimostra, secondo i dati più recenti, che la materia ordinaria luminosa è l'ingrediente meno cospicuo (0,4%): è la sola visibile perchè è l'unica che interagisce con la luce ordinaria elettromagnetica (0,005%), con il "velo" illusorio che nasconde tutto il resto. Tale velo è detto dai mistici dello Yoga "Maya".

Anche gli scienziati sanno che con i nostri sensi percepiamo una minuscola frazione delle vibrazioni note all'universo, le quali sono molto meno di quelle non ancora scoperte. Con i nostri occhi, per esempio, percepiamo solo una minima parte dello spettro elettromagnetico che a sua volta, come è stato appena spiegato, è solo una minuscola parte di ciò che c'è "là fuori". Pertanto sarebbe più corretto chiamare energia oscura la luce em, dal momento che illumina solamente una minuscola porzione che l'uomo scambia per il Tutto. (Vedi foto in basso)


In questo secolo tanti ricercatori (Schrodinger, Heisenberg, Bohr, Dirac, Einstein, Plank, Bohm, Pauli, Fermi, Marchi, Aspect sono solo alcuni dei più brillanti) hanno cominciato a comprendere che persino la realtà oggettiva che pensiamo di conoscere è distorta dallo stesso atto della conoscenza. Per esempio, grazie alla fisica quantistica sappiamo che l'osservazione dell'attività di una particella sub-atomica cambia l'energia e il comportamento dal momento che, per compierla, le onde di luce devono colpirla ed essere rifesse indietro ai nostri occhi.

Albert Einstein all'inizio non era d'accordo e cercò in tutti i modi di screditare la nuova fisica basandosi sul fatto che essa mostra alcuni fenomeni il cui funzionamento non può essere spiegato tradizionalmente. Nel 1935, nella speranza di mettere in evidenza le lacune delle nuove teorie, lo scienziato tedesco pubblicò un esperimento con altri 2 ricercatori conosciuto come effetto Einstein-Podolsky-Rosen ma il risultato fu incredibile perchè dimostrava che le particelle sono in grado di comunicare tra di loro trasmettendo ed elaborando informazioni istantaneamente e non alla finita velocità della luce.

Nel 1982 un’équipe di ricerca dell’Istituto di Ottica dell'Università di Parigi diretta dal fisico Alain Aspect, condusse uno dei più importanti esperimenti del 20º secolo che altro non fa che confermare quanto i mistici di ogni epoca hanno sempre affermato: Tutto è Uno. Aspect ed il suo team mostrò in maniera definitiva che, sottoponendo a determinate condizioni delle particelle subatomiche come gli elettroni, esse sono capaci di comunicare istantaneamente una con l’altra indipendentemente dalla distanza che le separa, sia che si tratti di 10 metri o di 10 miliardi di chilometri. Pertanto ogni singola particella sa esattamente cosa stanno facendo tutte le altre perchè sono connesse istantaneamente, ossia non-localmente.

Concludendo, tanto per il misticismo quanto per la scienza moderna, si può affermare che:

1. la materia è costituita da onde di energia;
2. questi schemi di energia sono consci e provengono dal Nucleo Cosmico dell'universo;
3. la coscienza dell'uomo è in grado di far collassare le funzioni d'onda ed influire sulla realtà;
4. nell'universo non esiste alcuna separazione ma tutto è profondamente connesso;
5. la realtà è soggettiva e non oggettiva, ed è molto diversa da come ci appare perchè siamo limitati da filtri percettivi e cognitivi.

Per approfondimenti:

- Yoga e fisica quantistica prima e seconda parte - Anirvan Deva;
- Noi e l'infinito (video) - Vittorio Marchi;
- Ánanda Sútram e la Filosofia Spirituale di Shrii Shrii Anandamurti;

- coscienza, mente cosmica e materia (video) - Moksha's youtube channel

(^__^)

sabato 23 ottobre 2010

La Legge NON è uguale per tutti


Erano le due del mattino del giorno di capodanno a Oakland, nelle vicinanze di San Francisco. Ad una stazione della metropolitana un giovane disarmato e immobilizzato, Oscar Grant, è stato ucciso con un colpo alla schiena da un poliziotto mentre era disteso a terra, a faccia in giù, sotto gli occhi di dozzine di testimoni inorriditi. (VIDEO) Nonostante si sia trattato chiaramente di una “esecuzione” intenzionale - inutile dire che il poliziotto era bianco, e la vittima era un nero – l’assassino, John Mehserle, se l’è cavata con un verdetto di omicidio involontario. Ha sostenuto di “essersi sbagliato” e di aver estratto la pistola al posto del taser, che intendeva usare per tranquillizzare l’irrequieto Grant. Naturalmente, per “taserizzare” il ragazzo (cosa che non aveva senso fare perchè come si vede nel filmato Grant era pancia a terra ed immobile) aveva anche pensato bene di mettersi in piedi– come si evince chiaramente dal video – in modo da prendere meglio la mira. Fra un mese si riunirà la giuria - composta esclusivamente di bianchi - che stabilirà una pena fra i due e 5 anni al massimo, dei quali probabilmente Mehserle sconterà circa la metà.

Questa è l’America. Questo è il grande paese di “libertà e democrazia“ di fronte al quale tutti i nostri politici - dall’estrema destra all’estrema sinistra - si genuflettono regolarmente senza mai trovare la forza di esprimere sdegno almeno difronte a fatti agghiaccianti come questo. Altrettanto ossequiosi sono i nostri giornalisti, sempre pronti a domandarsi “dove andremo a finire” ma improvvisamente ciechi, sordi e muti di fronte ad episodi gravi, seri e reali come quello appunto di Oscar Grant. L'episodio di Oakland implica un abuso intollerabile da parte delle forze dell’ordine verso un cittadino indifeso e conferma la sistematica complicità di un sistema giuridico, che da sempre protegge questo genere di azioni criminali da parte della polizia contro le minoranze del paese. Questo si chiama razzismo.

Per chi ha poca memoria, basterà ricordare il nome di Amadou Diallo, un nero (disarmato) che fu ucciso in uno scantinato di New York da 4 poliziotti bianchi, una dozzina di anni fa. "Aveva estratto il portafoglio per mostrare i documenti - dissero i 4 di fronte alla giuria - ma abbiamo creduto che fosse una pistola".
E così gli hanno piantato 40 pallottole in corpo, giusto per non sbagliare. I 4 poliziotti, che seguivano le direttive del nuovo “sceriffo” di New York Rudy Giuliani, furono tutti assolti.

Sempre sotto Giuliani ci fu il caso di Abner Louima, che fu sodomizzato in questura con un manganello da tre poliziotti, dei quali solo uno fu condannato ad una pena lieve, e con la condizionale. Oppure il caso di Patrick Dorismond, un nero che fu ucciso a sangue freddo ad un incrocio da due poliziotti bianchi, senza motivo apparente. Anche in quel caso, nessuno fu condannato. Ecco perchè non sentirete mai un giornalista italiano domandarsi “dove andremo a finire” dopo episodi come questi o come quello di Oscar Grant: perchè in quei casi la risposta esiste eccome, ed è una risposta che potrebbe non piacere a chi gli paga lo stipendio.
------------------------------------------------------------------------------------------------
(Questo articolo è stato tratto dall'ottimo sito di informazione di Massimo Mazzucco Luogocomune)

Qua trovi il video dell'uccisione a sangue freddo di Oscar grant

(^__^)

sabato 2 ottobre 2010

La grande bugia dell'11 settembre 2001


Secondo la favola che chi governa il pianeta insiste a volerci far credere, l'undici settembre 2001 quattro aerei di linea hanno girato per ore i cieli degli Stati Uniti senza essere minimamente intercettati, al completo di passeggeri ed equipaggi. Due di questi sono riusciti nella difficile impresa, grazie alle presunte doti dei presunti terroristi/piloti-provetti, di centrare in pieno i due grattacieli più famosi del mondo a New York.

Un altro di questi aerei immensi, fatti per ospitare centinaia di passeggeri, si è infilato senza trovare alcuna resistenza (dopo una clamorosa ed improbabile evoluzione a 360° al di sopra di esso) dentro il Pentagono, a Washington, sicuramente uno dei posti più protetti del pianeta, dissolvendosi! L'unico caso nella storia umana di "gassificazione"...!!...anzi di gassificazione parziale: s'è gassificato l'aereo (i cui motori di acciaio pesano più di 6 tonnellate l'uno) ma sono stati ritrovati, praticamente intatti, i passaporti dei "terroristi", una bandana, dei documenti e dei piani concernenti la colpevolezza dei cattivi di turno. Dell'aereo...e delle centinaia di video che avrebbero dovuto riprendere lo scontro in uno dei luoghi più controllati del pianeta, nisba, nulla, zero, niente!

Idem per l'aereo fatto cadere al suolo, in una zona disabitata, dai passeggeri-eroi!! Anche questo aereo del peso di 30 tonnellate si sarebbe dissolto nell'impatto col terreno. Motori, persone, bagagli, tutto scomparso tranne alcuni versetti del corano, qualche ingiuria e dei passasporti.

"Ogni giorno transitano nei cieli americani circa 28.000 voli commerciali. Le zone maggiormente trafficate sono proprio quelle interessate ai dirottamenti di quel giorno...ma una serie impensabile di errori e malintesi ha permesso ai dirottatori di scorrazzare liberamente per quasi due ore nei cieli più protetti e sorvegliati del mondo, senza che nessuno abbia mai saputo fornire una spiegazione accettabile per tutto ciò che è successo." (On. Giulietto Chiesa)

La strage dei tremila abitanti delle Torri Gemelle è stata presa a pretesto e a giustificazione della guerra in Afghanistan e di una stagione di riarmo mondiale per combattere il terrorismo. Da lì ha potuto realizzarsi la guerra all'Iraq che ha prodotto milioni di morti e ridotto quello Stato a un cumulo di macerie e miserie. Molti giornalisti e ricercatori coraggiosi, in ogni parte del mondo, hanno documentato le falsità alla base della storia ufficiale dell'11/9.

Far si che regni il terrore quando risulta necessario inscenando falsi attacchi, è detto "False flag operations" (operazioni sotto falsa bandiera), ossia come ci si inventa un pretesto per dichiarare guerra!

Massimo Mazzucco presenta il sito italiano più completo di informazioni e video sull'11 settembre 2001

Lo scienziato danese Niels Harrit sulla nano-thermite (usata nelle demolizioni cotrollate) ritrovata nella polvere del WTC

Cosa ne pensano i parenti delle vittime, le associazioni americane per la Verità sull'11/9, audio, video, documenti petizioni, ecc. sull'auto-attentato (inside-job) dell'11/9




E questo è l'improbabile buco che avrebbe dovuto procurare un boeing di oltre 20 tonnellate, grande 50 metri x 45, nell'impatto con l'edificio, gassificandosi all'istante!!!

(^__^)

venerdì 10 settembre 2010

Conoscere ti permette di scegliere


Oggi se un bambino é troppo distratto sarebbe affetto da deficit di attenzione; se troppo agitato da distrurbo di iperattivitá; ecc.. Ma non esistono prove che nel cervello di quei bambini vi sia qualcosa di alterato e tutto ció é solo un esempio evidente di una degenarzione culturale e sociale dovuta all'aviditá delle case farmaceutiche che campano sulle malattie e non sulla guarigione di esse!

Nel mondo guidato dalla logica del profitto che è oggi "la medicina", i medicinali non sono destinati a curare le malattie...


Il dottor Eugenio Serravalle é un medico specialista in Pediatria Preventiva, Puericultura e Patologia Neonatale e da quasi trenta anni visita bambini cercando di curarli "in scienza e coscienza". Per molti anni ha vaccinato i bimbi, convinto dell'utilità dell'immunizzazione di massa ma in questa breve ed interessante intervista alla Fiera del Libro di Torino 2009, ci parla della sua esperienza in campo pediatrico e dei motivi per cui ha iniziato a vedere queste pratiche con occhi diversi sconsigliandone addirittura l'utilizzo.

Sul web, oltre all'intervista, trovi pure un'interessante e dettagliata conferenza sui vaccini e il pericoloso abuso per (le solite) questioni di lucro.
Il dottor Serravalle ha scritto 4 libri (di cui 2 con Roberto Gava - vedi Macrolibrarsi) e soprattutto nel suo ultimo "Bambini supervaccinati" fa un'analisi approfondita e molto interessante che aiuta a prendere una posizione consapevole e critica sul tema vaccinazioni e a farci capire che spesso subiamo il "sistema" senza farci tante domande, solo per consuetudine...


Approfondimenti: "Quando i vaccini uccidono" - dossier, articoli, interviste e video molto, molto interessanti sulla questione.

(^__^)

mercoledì 1 settembre 2010

Cibo s.p.a. (Food Inc.)

Cibo s.p.a. (traduzione di Food Inc.) è un documentario che descrive la trasformazione radicale dell'industria alimentare avvenuta negli USA negli ultimi decenni. Vedere da vicino ciò che è successo in America è sicuramente importante per capire quello che rischiamo di veder succedere anche da noi molto presto.

Nonostante il consumatore venga illuso di avere a disposizione una grande varietà di marche e prodotti diversi, in realtà questi fanno tutti capo ad un numero molto ristretto di super-aziende alimentari, che poi li immettono sul mercato con nomi e sotto marche diversi. Ancora più inquietante è il fatto che, indipendentemente dal produttore, uno degli ingredienti principali rimanga il granoturco, nelle sue forme più disparate.

La sua estrema economicità, ottenuta in modo artificiale, grazie a pesanti incentivi pubblici, ha portato ad utilizzarlo anche come mangime per i bovini, al posto dell'erba che dovrebbe essere il loro nutrimento ideale.

Gli allevamenti di bestiame hanno raggiunto dimensioni enormi ed i mattatoi sono diventati catene di montaggio ad altissima efficienza, dove gli animali al massacro sono trattati poco peggio degli stessi dipendenti, che vengono usati come "macchine umane".

Tale ciclo lavorativo porta con se altre deleterie conseguenze quale un altissimo rischio di infezioni e contaminazioni dei prodotti, che devono quindi essere sottoposti a fasi di lavorazione che includono una forte sterilizzazione.


Non manca infine il capitolo dedicato alla tristemente famosa Monsanto, che a seguito della recente possibilità di brevettare forme di vita (vegetali o animali) sta cambiando radicalmente il settore agricolo, e impedisce di fatto agli agricoltori di svolgere il loro lavoro con le metodologie che da sempre hanno caratterizzato la loro attività.




(Tratto da ---> IL PORTICO DIPINTO )

(Vedi e scarica gratuitamente su ---> ARCOIRIS TV )

(^__^)

lunedì 23 agosto 2010

Non votiamo per chi ci avvelena la vita


Benche' non siano variate le funzioni dell'”uomo politico” in questi ultimi decenni, è cambiata la sua immagine. Il politico è usato dai potentati affinché, fingendo di operare per la nazione, si impegni per i vergognosi obiettivi degli "Oscurati". A sua volta, egli sfrutta il popolo per mantenersi al potere. E' inutile ed ingenuo ritenere che gli amministratori della cosa pubblica attuino delle iniziative a favore della collettività: il loro compito è quello diametralmente opposto. Essi, che sono corrotti, corrompono: la loro azione è una mortale infezione. Per gettare fumo negli occhi, promettono mirabolanti riforme fiscali oppure organizzano qualche "notte bianca", mentre, obbedendo ai loro capi, devastano le città, stravolgendo i piani regolatori.

La forza della classe politica è nella sua inefficienza: più è inefficiente, più i "cittadini" invocheranno prima misure per ovviare ai problemi, poi, accortisi che il governo in sella è del tutto incapace di intervenire in modo risolutivo o che agisce contro il buon senso, si adopereranno per un ricambio della classe politica, un avvicendamento che dovrebbe avvenire attraverso la buffonata delle elezioni, anticipate o no. In realtà, subentrano poi omuncoli asserviti alle élites come i precedenti: in un farsesco gioco delle parti, la maggioranza diventa “opposizione” e l'”opposizione” maggioranza. Tutto cio' e' alquanto gattopardesco!

(by ZRET blog)


(^__^)

mercoledì 11 agosto 2010

Necessaria presa di Coscienza


Coloro che detengono il potere (multinazionali, banche, religioni varie, governi) limitano sempre di piu' la nostra libertà manipolando le nostre percezioni, le scelte e le emozioni. Un grande mezzo per il nostro graduale indebolimento è, ad esempio, la televisione. Non parlo per assoluti ma a grandi linee immaginazione e visualizzazione creativa ci sono state strappate in maniera subdola, sottilmente, con programmi apparentemente innocenti ma in verità creati appositamente per determinare e veicolare le nostre emozioni. Non è un caso che chi detiene il potere economico detiene anche le maggiori quotazioni in borsa di società che controllano i mass-media: il vantaggio (loro) è che, come ho detto poc'anzi, essi possono controllare e determinare le nostre emozioni, metterci in vendita, drogarci e alterare i nostri stili di vita e il nostro sentire piu' profondo. Incollati alla poltrona nella nostra crescente impotenza, siamo sfruttati con evidenti risultati disastrosi.

Un esempio su tutti: le marionette al Governo, quotidianamente, danno il peggio di sè e noi, timidamente o meno, avalliamo i loro comportamenti. Perchè? Perchè ci hanno resi obesi e letargici contaminando i nostri fisici, la nostra psiche e persino la nostra anima con forme-pensiero negative, con l'inquinamento elettromagnetico e con campi di frequenza (non udibili/visibili) che creano una forma di dipendenza vibrazionale. Fin da piccoli siamo lasciati ore ed ore davanti agli schermi televisivi in balia di immagini insensate e violente... per non parlare della montagna di miliardi spesi per la pubblicità, il modo principale con cui la potente macchina del commercio lancia nel nostro inconscio prodotti e messaggi subliminali impossibili da resistere a qualsiasi livello.

Gli elementi subliminali sono una devastante realtà (anni e anni di studi sono stati fatti e sono ancora in corso) e sono sovraimpressioni, immagini grafiche nascoste, sottofondi musicali che non sono percettibili a livello conscio ma solamente a livello subconscio, in grado di farci agire come docili pecorelle senza cervello indotte a consumare, reagire e comportarsi secondo voleri prestabiliti. Tutto questo è stato pianificato con cura e attenzione per renderci passivi, ricettivi ai dogmi politici e socio-economici, a prodotti e opinioni. Forse sfuggire a tutto ciò non è possibile, ma possiamo sicuramente ridurre l'effetto di queste manipolazioni subliminali utilizzando questi mezzi di comunicazione come estensione della nostra intelligenza creativa! E parlo soprattutto dell'uso dei mezzi informatici, da usare con cautela e obiettività perchè soprattutto i computer sono soggetti ad alterazioni subliminali. Codificati nella "griglia" di internet, infatti, ci sono elementi subliminali più potenti di quelli delle reti televisive perchè milioni di volte più veloci e penetranti nei livelli più sottili della psiche.

Concludo ricordando che numerose antiche tradizioni esoteriche/spirituali hanno "predetto" che l'umanità è pronta per compiere un salto nella sua evoluzione e molti ritengono che l'attuale ordine costituito stia tentando il tutto per tutto per resistere a questo cambiamento.
Le mie parole sono pertanto un umile contributo per risvegliarci dalla nostra ossessione per il mondo materiale ed aprirci alla nostra capacità latente di partecipare in modo costruttivo e consapevole alla creazione di una vera famiglia umana rispettosa di ogni creatura vivente sia essa minerale, vegetale o animale.

(^__^)

lunedì 21 giugno 2010

Importante articolo sulle scie chimiche pubblicato dal settimanale "Oggi"



Nel numero 24 dell'anno 2010 del settimanale Oggi è stato pubblicato un interessante articolo sulle scie chimiche firmato dalla giornalista Gaia Passerini (l'articolo è disponibile adesso anche on line sul sito di oggi).

In tale articolo oltre ad essere state riportate le dichiarazioni fatte dal fisico Corrado Penna in un suo articolo relativo alla recente puntata di "mistero" ed altre dichiarazioni del ricercatore indipendente Rosario Marcianò (gestore assieme al fratello Antonio del blog tankerenemy), sono state riportare (per par condicio immaginiamo) le dichiarazioni di alcuni negazionisti delle scie chimiche.

A dire il vero sono scontate le negazioni di enti e personalità istituzionali (vedi gli ufficiali dell'aeronautica militare), che evitano di toccare argomenti scomodi come l'assoluta irregolarità della frequenza dei voli (diurni e notturni) rilevabili nei nostri cieli ed il fatto che in certe giornate (in cui il cielo è all'origine azzurro e terso) le scie cancellino completamente la luce del sole espandendosi ed intersecandosi le une con le altre.

Immaginiamo bene come dovrebbero lambiccarsi il cervello per inventare una scusa per giustificare ciò che avviene nei nostri cieli: giornate in cui vediamo 100 aerei con scia e giornate in cui non si vedono volare in cielo che una decina di aerei, oppure altri giorni (specie in primavera ed estate) in cui durante le ore diurne non si vedono quasi aerei nel cielo (tranne i pochi aerei di linea che atterrano e decollano al più vicino aeroporto) e poi di colpo sul far del tramonto gli aerei passano uno dietro l'altro rilasciando scie persistenti nel cielo, offuscandolo. Per non parlare della notte, quando al riparo di occhi indiscreti, furtivi come ladri, gli aerei passano a volo basso ogni 3 minuti.

Uno all'ora di giorno e uno ogni 3 minuti di notte: normale trafico civile?

E che dire ancora di quanto avviene nei giorni nuvolosi, quando ancora una volta al riparo dagli occhi indiscreti gi aerei passano con frequenza davvero esasperante, facilmente rilevabile dal rombo continuo dei motori che ne indica la presenza a bassa quota?

Ma è molto interessante anche quanto dice una di queste persone , ovvero il professor Vincenzo Levizzani, dirigente di ricerca presso l’Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima di Bologna, il quale, dopo aver detto di non potere escludere che "qualcuno in giro per il mondo conduca esperimenti più o meno autorizzati, immettendo sostanze nell’atmosfera" ha dichiarato che:

"In realtà, la maggior parte delle volte che si avvistano scie anomale, si tratta di aerei che effettuano prove di ghiacciamento delle ali. Un aereo vola davanti a un altro e sparge acqua liquida (è il termine tecnico), che a contatto con le ali del secondo velivolo si solidifica. Serve per studiare il ghiacciamento in volo, uno dei fattori di rischio più critici per gli aerei."

Ciò vuol dire innanzitutto che le scie anomale esistono, per sua stessa ammissione, e che qualche volta (la maggior parte delle volte è ben diverso dal dire tutte le volte) le scie anomale sono causate da qualche altro fenomeno diverso dal supposto studio sul ghiacciamento, ergo stanno spruzzando qualcosa!

Ma possiamo davvero credere che quelle scie anomale che trasformano una giornata di cielo azzurro in un giornata di cielo velato da strature biancastre, che pian piano si espandono oscurando totalmente il sole, siano tutte causate dallo studio sul ghiacciamento? E che dire quando ci si confronta con persone che abitano in altre città e paesi o si guardano le mappe satellitari e si scopre che il fenomeno interessa mezza nazione? Che qualche azienda sta sperperando al vento miliardi di euro per effettuare centinaia e centinaia di test sul ghiacciamento delle ali contemporanemanete su ogni parte del cielo italiano? E poi se fosse vero non dovremmo vedere tutti questi aerei muoversi in coppia uno dietro l'altro?

Sull'altro fronte risulta interessante il richiamo al meteorologo Karsten Brandt il quale intervistato sull'emittente televisiva RTL, ha testimoniato la presenza di scie anomale lasciate da velivoli militari e contenenti tonnellate di polveri finissime, a base di frammenti di alluminio.

-----> (fonte originale dell'articolo che CONTINUA QUA)

PS: Se volete esprimere la vostra gratitudine a chi ha permesso che questa scomoda verità venisse a galla potete ringraziare gli autori ed il direttore del giornale tramite il seguente link:

http://blog.oggi.it/posta/scrivici/

(^__^)

martedì 1 giugno 2010

Le incredibili "coincidenze" nel Golfo del Messico


Dal blog del fisico Corrado Penna, una lucida ed attenta analisi delle incredibili "coincidenze" avvenute nel Golfo del Messico giorni addietro. Un amichevole suggerimento: smettila di fidarti dei vari TG e delle mezze verità riportate dai quotidiani. Le informazioni corrette (senza censura e consigli di amministrazione) sono sul web... basta cercarle, avere tempo per farlo e una buona dose di intuito. Io le pubblico in questo spazio, ricordandoti che lo scopo delle "mie" divulgazioni è quello di condividere e fornire spunti di riflessione ed approfondimento su particolari fenomeni riguardanti il tempo in cui viviamo. Non spaventarti, non sentirti impotente, non attendere sempre che qualcuno faccia qualcosa per te. Sii te stesso il cambiamento che attendi dai governanti, dalla società. Perchè la società... sei tu. (*__^)

(Cliccando sui grassetti sarai linkato ai collegamenti di riferimento.) --------> Come abbiamo visto negli articoli precedenti, la recente esplosione della piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico è stata prevista esattamente nel film Knowing (ovvero in italiano "Segnali dal futuro") ed in più ci sono altre inquietanti coincidenze che fanno ulteriormente sospettare che la tragedia ecologica sia stata pianificata dalle élite criminali che governano occultamente (ormai neanche tanto piu' segretamente) il nostro pianeta.

La quantità di petrolio che fuoriesce dalla falla è abnorme, al punto che più che di falla si potrebbe ormai parlare di un piccolo vulcano di petrolio sottomarino; qualcuno, ricordando come il disastro della Exxon Valdez era finora considerato il peggiore della storia, fa notare come nell'area fuoriesce una quantità di petrolio pari a quella della superpetroliera affondata in Alaska ogni quattro giorni; l'enorme quantitativo di un solvente estremamente tossico, il Corexit 9527, utilizzato dalla BP (si parla di almeno 800.000 galloni, ma ritengo sia una stima per difetto), sta "sciogliendo" le chiazze di petrolio in superficie creando nel contempo enormi "nuvole" di idrocarburi e solventi in sospensione sotto il mare per decine di metri, distruggendo letteralmente tutto ciò che vive là sotto.

I solventi e gli aromatici degli idrocarburi, estremamente volatili, sono destinati a entrare nel ciclo meteorologico delle precipitazioni piovose che interesseranno il continente americano, con conseguenze inimmaginabili per gli esseri umani, gli animali, le piante, la catena alimentare, le falde idriche... in Florida già si segnalano piogge contenenti petrolio, e si sta avvicinando la stagione degli uragani. E volete sapere cosa ha dichiarato uno degli esperti petroliferi della BP che stanno cercando senza alcun successo di tappare la falla? Secondo lui, "la cosa migliore da fare" sarebbe inserire una piccola bomba nucleare nel pozzo in questione e farla detonare per sigillarlo!
E intanto, come documentato da questa foto diffusa dalla NASA, il petrolio sta entrando nel ciclo della Corrente del Golfo e quindi si farà un bel giro nell'Atlantico... "

CONTINUA...

ps: Il dottor Penna è un uomo che ama la Vita e coraggiosamente, dal suo blog, informa su un mondo di menzogne. "La normalità non è altro che un paravento dietro cui si nasconde chi ha il potere, per opprimerci" .

(*___^)

giovedì 20 maggio 2010

Ma tu lo sai...?



Ma tu lo sai da dove viene quello che consideri "cibo"?

Sai chi è stato prima di essere cibo e com'è stato allevato?

Sai che effetti può avere REALMENTE sul tuo corpo e sulla tua salute?

Sai qual è l'impatto sulla popolazione (soprattutto quella più povera) e l'ambiente?

E soprattutto, sai perché non te lo vogliono spiegare e perciò ti raccontano un sacco di bugie?

MONEYYYYYYY cantavano i Pink Floyd........

Non servono cortei e manifestazioni con slogan rabbiosi, ma presa di coscienza, dialogo e diffusione dell’informazione a tutte le persone che ci circondano.
Sbrighiamoci a farlo, incuranti di chi ci potrà prendere per visionari, occorre solo avere il coraggio di tenere gli occhi aperti e di informarsi... così scoprirete che esistono ben poche malattie incurabili (le cure naturali ce le nascondono) e che la salute è alla portata di tutti con una corretta alimentazione di base.

Questo sito è un ottimo punto di partenza per capire alcuni meccanismi di cui sopra.

(^__^)

domenica 2 maggio 2010

La Storia delle Cose


La Storia delle Cose è un documentario del 2007 in cui Annie Leonard ci spiega qual'è il problema della corsa al consumismo iniziata negli anni '50. (Vedi sito).

Visto da milioni di persone, descrive in modo conciso e semplice il ciclo di vita dei prodotti che consumiamo: è stato proiettato in moltissime scuole, soprattutto del nord europa e in molti stati americani, e probabilmente sarebbe un'idea sana e costruttiva se facesse parte dell’educazione di base di ogni bambino.

Il Mondo è un'azienda? Il significato della vita si riduce a consumare, produrre e guadagnare? E' questo il senso della vita? Viviamo per questo? "Produci, consuma, crepa" cantavano i CCCP quasi trent'anni or sono...

I capi dei governi sono delle persone sagge, umane, coscienziose, buone, introspettive, così elevate da avere come primaria necessità la nazione, aiutare e distribuire in maniera equa le risorse? Distaccati dai beni materiali e dai loro egoismi personali, la cui missione è migliorare la società senza avere nessun profitto personale?

O lo stato è un azienda? Dove l'obiettivo principale è guadagnare e produrre? Dove i capi sono i più scaltri, furbi, bugiardi e bramosi di potere? Che danno direttive per guadagnare di più senza limiti ne buonsenso, schiacciando ogni altro aspetto della vita?

E la qualità della vita? L’intelligenza, l'arte, la creatività, gli affetti, i sensi profondi?

Il Mondo è un azienda dove c'è una gerarchia e un capo che deve guadagnare? Dove le persone valgono e guadagnano esclusivamente a seconda del livello in questa gerarchia? Dove più sei in alto e piu guadagni, più hai potere di controllare e gestire, fino all'apice dove puoi imporre le leggi a tua preferenza differenziandoti dagli altri?
Produrre e consumare per fare arricchire sempre di più i pochi che hanno potere e fare diventare sempre di più i poveri... creando appositamente, per avidità ed egoismo, divisioni e conflitti...

video


Se non vedi correttamente, clicca qua (e se il formato non ti aggrada, cliccando sul lettore in basso a destra - dove c'è scritto google video -c'è l'opzione che ti fa vedere su schermo intero).


Ispirato da Idee per una società etica e da "Dopo il capitalismo" Dada Maeshvarananda)
(^__^)

domenica 11 aprile 2010

L'ipnotismo praticato dai media



E’ curioso che un virus con un tasso di mortalità più basso di quello di una comune influenza stagionale possa creare panico tra la popolazione.
E’ curioso che le missioni di pace siano ora una ragione giusta per dichiarare guerra, quando un tempo le guerre erano sempre sbagliate.
E’ curioso che una persona a caso, Berlusconi, sebbene nessuno sia completamente ignaro delle sue vicende giudiziarie, sia votato e possa diventare presidente del consiglio dei ministri.
E’ curioso che la par conditio abbia assunto le peculiarità di una “legge naturale”, quando prima degli anni '90 il termine nemmeno esisteva.
E’ curioso che Israele, nell’Operazione Piombo Fuso svolta tra il 2008 e il 2009, sia stata trasformata nella vittima, pur avendo massacrato un'intera popolazione.
E' curioso che aerei senza alcun tipo di segnale di identificazione possano rilasciare quotidianamente nei cieli nanoparticelle di bario, alluminio, silicio, ecc., senza che nessuno (o quasi) se ne accorga.

E’ il potere della televisione e della stampa!

Possiamo non credere a dei dati di fatto, ma possiamo credere a delle opinioni sbandierate in televisione perchè la TV è degna di fiducia, perché se la ascoltano tante persone, non può dire cose false. Perchè fin da piccoli ci ha tenuto compagnia ed è quasi una sorella maggiore.
“L’hanno detto in televisione… adesso allora ci credo” - “Non può essere vero, sennò ne avrebbero parlato in televisione”. Quante volte avete sentito delle frasi del genere?

Ma chi controlla la televisione ha davvero interesse a dire soltanto cose vere? NO!
Basta ripetere una bugia decine e decine di volte per farla diventare una “verità”.
La televisione cancella interi campi di conoscenza, cambia la storia e cancella anche i ricordi (ad esempio con trasmissioni di gossip sui personaggi "famosi" e rinco-quiz che promettono soldi, soldi, soldi, si dirotta l'attenzione verso cose inutili e superficiali).

La gente non si ricorda delle pesanti critiche nei primi anni novanta di Bossi a Berlusconi. Ora è un alleato.
La gente non si ricorda tutte le dichiarazioni di Berlusconi, ma l’importante è farle. Chi si prenderà la briga di andarle a verificare? E poi, tra un anno (ma anche meno), nessuno si ricorderà più nulla.
La gente non ricorda che negli anni 70 si parlava di raffreddamento globale.
La gente si è dimenticata che cos’era la P2, perché questa parola è stata cancellata dai TG e dalle prime pagine.
La gente si è dimenticata che la canapa era coltivata in gran parte del mondo (e pure in Italia) perchè dalla sua fibra e dai semi si facevano pantaloni, maglie, indumenti intimi, lenzuola, scarpe, sapone, olio alimentare, olio combustibile. I mass media l'hanno fatta diventare una droga (la marijuana) solo per favorire le industrie petrolchimiche.

La realtà è in questo modo manipolata a piacere, come vuole il burattinaio che muove i fili.

Ma ora è giunta l’ora di svegliarsi dal profondo torpore, dall’ipnotismo dei media.
Certo, la libertà richiede un po’ di sforzo individuale, bisogna conquistarla, ma che mondo avremmo se tutti ci informassimo correttamente senza credere per forza alle baggianate sparate dai media? Non ci si può continuare a nascondere di fronte a queste scomode e spesso ignobili verità. Se vogliamo far sorgere un mondo nuovo, senza crisi e senza inganni, dobbiamo cambiare noi stessi in primis ed affrontare con coraggio ciò che abbiamo contribuito a creare.

Fonte

(^__^)

venerdì 19 marzo 2010

Noi e l'Infinito


In queso stupendo DVD dal titolo "Noi e l'Infinito" (QUA in visione gratuita, diviso in più parti), il professor Vittorio Marchi ci rivela la sua profonda conoscenza dei misteri dell'Universo e della sua struttura naturale e intelligente, fornendo risposte chiare ai complessi interrogativi della scienza.
Egli, come un saggio Rishi d'altri tempi, sostiene che "da millenni l'uomo vive sulla Terra un dualismo culturale e genetico: l'osservatore e l'osservato, la separazione tra me e l'Altro, l'alienazione tra uomo ed ecologia, tra uomo e Divino. Tra l'essere umano e il suo corpo interferiscono medici e farmaci, tra individui e collettività si inseriscono politici e media, mentre in realtà tra spirito e materia esiste un vuoto pieno. Tutto è interconnesso."

Marchi illustra con maestria e leggerezza una preziosa enciclopedia di concetti ed esempi di fisica classica e contemporanea, mostrando la nostra evoluzione come esseri.

(^__^)

venerdì 12 marzo 2010

Dossier UFO e Vaticano: cristianesimo, angeli e vita extraterrestre



La posizione e lo studio della Santa Sede riguardo al fenomeno UFO ed alla Vita Extraterrestre attraverso 60 anni di testimonianze di autorevoli esponenti della Chiesa Cattolica. Di Cristoforo Barbato

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE

TERZA PARTE

(^__^)

lunedì 1 marzo 2010

Sentimento pro veritate



«Una delle più straordinarie capacità dell'America è quella di produrre immagini estremamente positive di sé, di crederci e di fare in modo che anche gli altri ci credano. L'industria cinematografica ha avuto, in questo, un ruolo determinante. Per gli americani e ormai per gran parte dell'opinione pubblica di mezzo mondo, la storia americana non è quella che uno può leggere nei libri, ma quella che uno vede nei film. Gli americani sono sempre i «nostri» che arrivano al momento giusto a salvare la situazione contro i « selvaggi pellirossa »; sono sempre i « buoni » nella lotta contro i nazisti, i comunisti, i guerriglieri, i terroristi o gli alieni.

Hollywood non rifugge dall'affrontare i tanti problemi della società americana, ma ha un modo tutto suo di presentarli e di risolverli con quel lieto fine che è ideologicamente - e anche commercialmente - d'obbligo per ogni storia. Democrazia, eguaglianza, giustizia sono valori che vengono platealmente negati nella realtà, ma costantemente riaffermati nella sua rappresentazione. La finzione prende il posto della notizia.

La propaganda quello della verità. In America l'industria della pubblicità e quella delle pubbliche relazioni sono ormai due sofìsticatissimi sistemi di manipolazione della mente e non c'è più nulla, da Dio a un prodotto elettronico a una guerra, che non venga abilmente impacchettato e presentato in una qualche illusionistica formula di parole o in una qualche scatola lucida e colorata da lanciare sul mercato. La verità finisce così per essere sempre schermata, a volte accantonata, dimenticata. ».

Come per gli attentati dell'11/9/01, al-qaeda, il golfo di Tonkina, Pearl Harbour. O come il fatto che gli Stati Uniti, si è calcolato, riversarono sulle foreste e sulle risaie del Vietnam e del Laos circa cento milioni di litri di napalm. Fu la prima volta nella storia dell'umanità che un'arma chimica di distruzione di massa venne impiegata in guerra. Gli americani erano stati anche i primi a usare le armi atomiche: in Giappone nel 1945. E, prima ancora, avevano fatto anche uso di armi batteriologiche con la distribuzione ai pellirossa di coperte intrise di virus del vaiolo.» (Da "Un altro giro di giostra" - Tiziano Terzani)

Questo tipo di divulgazione nasce da un sentimento profondo di Amore per la Vita e non certo da un sentimento "antiamericano", come le menti più superficiali vorrebbero far intendere. Purtroppo la "storia ufficiale" è spesso ben lontana dalla verità, come ben documenta Walter Graziano in «Hitler ha vinto la guerra»:
"La stretta collaborazione che legò Hitler al nonno e al bisnonno del ex presidente USA George W Bush - e dunque a due diversi rami della sua famiglia - si può far risalire a ben prima dell'ascesa del nazismo al potere. Oltre che con Hitler la famiglia Harriman, Prescott Bush e George Walker avevano stabilito anche legami con Mussolini.

Tramite l'accordo con la German Steel essi fornivano a Hitler, tra le altre cose, il 50,8 per cento dell'acciaio da cui si ricavavano gli armamenti del Terzo Reich, il 45,5 per cento dei condotti e delle tubature della Germania nazista e il 35 per cento del materiale esplosivo con cui Hitler avrebbe sterminato molti dei suoi nemici."


Anti-americano io? No, assolutamente. Il mio è piuttosto, come già detto, un sentimento pro veritate... proprio come ricorda l'arguto giornalista e saggista Massimo Fini nel suo interessante libro «Sudditi».

(^__^)

martedì 23 febbraio 2010

E tu ci credi alle favole?


Secondo la favola che chi governa il pianeta insiste a volerci far credere, l'undici settembre 2001 quattro aerei di linea hanno girato per ore i cieli degli Stati Uniti senza essere minimamente intercettati, al completo di passeggeri ed equipaggi. Due di questi sono riusciti nella difficile impresa, grazie alle presunte doti dei presunti terroristi/piloti-provetti, di centrare in pieno i due grattacieli più famosi del mondo a New York.

Un altro di questi aerei immensi, fatti per ospitare centinaia di passeggeri, si è infilato senza trovare alcuna resistenza (dopo una clamorosa ed improbabile evoluzione a 360° al di sopra di esso) dentro il Pentagono, a Washington, sicuramente uno dei posti più protetti del pianeta, dissolvendosi! L'unico caso nella storia umana di "gassificazione"...!!...anzi di gassificazione parziale: s'è gassificato l'aereo (i cui motori di acciaio pesano più di 6 tonnellate l'uno) ma sono stati ritrovati, praticamente intatti, i passaporti dei "terroristi", una bandana, dei documenti e dei piani concernenti la colpevolezza dei cattivi di turno. Dell'aereo...e delle centinaia di video che avrebbero dovuto riprendere lo scontro in uno dei luoghi più controllati del pianeta, nisba, nulla, zero, niente!


Idem per l'aereo fatto cadere al suolo, in una zona disabitata, dai passeggeri-eroi!! Anche questo aereo del peso di 30 tonnellate si sarebbe dissolto nell'impatto col terreno. Motori, persone, bagagli, tutto scomparso tranne alcuni versetti del corano, qualche ingiuria e dei passasporti.

Ogni giorno transitano nei cieli americani circa 28.000 voli commerciali. Le zone maggiormente trafficate sono proprio quelle interessate ai dirottamenti di quel giorno...ma una serie impensabile di errori e malintesi ha permesso ai dirottatori di scorrazzare liberamente per quasi due ore nei cieli più protetti e sorvegliati del mondo, senza che nessuno abbia mai saputo fornire una spiegazione accettabile per tutto ciò che è successo.

La strage dei tremila abitanti delle Torri Gemelle è stata presa a pretesto e a giustificazione della guerra in Afghanistan e di una stagione di riarmo mondiale per combattere il terrorismo. Da lì ha potuto realizzarsi la guerra all'Iraq che ha prodotto milioni di morti e ridotto quello Stato a un cumulo di macerie e miserie. Molti giornalisti e ricercatori coraggiosi, in ogni parte del mondo, hanno documentato le falsità alla base della storia ufficiale dell'11/9.



Far si che regni il terrore quando risulta necessario inscenando falsi attacchi, è detto "False flag operations" (operazioni sotto falsa bandiera), ossia come ci si inventa un pretesto per dichiarare guerra!

Massimo Mazzucco presenta il sito italiano più completo di informazioni e video sull'11 settembre 2001

Lo scienziato danese Niels Harrit sulla nano-thermite (usata nelle demolizioni cotrollate) ritrovata nella polvere del WTC


Cosa ne pensano i parenti delle vittime, le associazioni americane per la Verità sull'11/9, audio, video, documenti petizioni, ecc. sull'auto-attentato (inside-job) dell'11/9



Questo è l'improbabile buco che avrebbe dovuto procurare un boeing di 50 metri x 40 nell'impatto, gassificandosi subito dopo. Sembra chiaramente il foro di un missile...

(^__^)

martedì 16 febbraio 2010

Cancro, le cure proibite


Questa è la versione definitiva del docu-film di Massimo Mazzucco “Cancro – Le cure proibite”, visibile qui senza interruzioni (le frecce a lato dell'inquadratura portano all'inizio dei segmenti successivi).


Questo invece è il link alla playlist su you tube con i video che compongono il film, uno di seguito all'altro.

Dalla copertina del dvd, Mazzucco ci ricorda: "Negli ultimi 100 anni dozzine di scienziati, medici e ricercatori hanno trovato valide soluzioni per curare il cancro. Nel documento verranno esposte quali sono le più importanti cure naturali che nel tempo hanno dimostrato di funzionare e i motivi per cui non sono mai state adottate. Praticamente il cancro è l'unica malattia al mondo ad essere stata sconfitta dozzine di volte senza che nessuno lo sappia."

(^__^)

sabato 13 febbraio 2010

Testimonianza da Bologna


Tratto dal sito Tanker Enemy

---------------------------------------
Pubblichiamo la significativa ed eloquente testimonianza di un nostro lettore ed amico, da cui si arguisce che i Carabinieri e, più in generale, le istituzioni sono sovente ostaggi del sistema, come bloccati ed incapaci di agire e di reagire. Questa non è certo una circostanza attenuante e tuttavia mostra quanto sia diffuso un atteggiamento di rinuncia e di rassegnazione che consolida il potere. La forza del "potere" è nella debolezza di chi, volontariamente o no, lo sostiene. Da notare, infine che il contegno e le parole del Carabiniere sono un‘implicita ammissione che il problema “scie chimiche” è una realtà.
-----------------------------------------

"Sono qui per testimoniare la mia esperienza e per proporvi un crudo assaggio di quello che, purtroppo, è la realtà oggigiorno.

E' iniziato tutto il giorno 2 gennaio 2010 con un’e-mail da me inviata al N.O.E. (Nucleo operativo ecologico) di Bologna, in quanto stazione più vicina alla mia residenza. L'e-mail parlava crudamente di chemtrails, con tutte le prove e gli allegati (documenti ufficiali, non supposizioni) a mia disposizione.

Il giorno 1 febbraio 2010, sono contattato dal distaccamento dei Carabinieri del mio paese e vengo cortesemente "invitato" a presentarmi l'indomani alle ore 16:00, per discutere su ciò che ho dichiarato al N.O.E. di Bologna.

L'indomani mi presento alla Centrale dei Carabinieri del mio comune. Entro, vengo invitato ad attendere e, dopo qualche minuto, mi trovo a conferire con il Capitano. Mi ritrovo dentro una stanzina con il graduato ed un segretario che, come da prassi, redige, per filo e per segno, la mia dichiarazione al computer. Cominciamo a parlare e mi viene chiesto se sono a conoscenza del motivo per cui sono stato convocato, rispondo di sì ed immagino giusto: è proprio a seguito del messaggio che ho inviato al N.O.E..
Citerò solo le parti salienti della conversazione.
Il militare mi chiede se ho ben compreso quanto ho compiuto, poiché, in base alla mia e-mail, sarebbero possibili delle iniziative per opera della Procura, in quanto ciò che ho scritto, secondo i Carabinieri, corrisponde ad una sorta di accusa, in quanto più che chiedere, io avrei avanzato addebiti pesanti. Così potrebbe anche sembrare, se omettiamo la parte finale del mio messaggio in cui scrivevo nero su bianco: "Come meglio avrebbe potuto agire un cittadino italiano come me che, ogni giorno, vede violare i propri diritti e quelli altrui". Ho anche corredato la mia e-mail di dichiarazioni ufficiali che non sono state poi prese in considerazione così seriamente, in quanto provenienti da Internet. Non dimentichiamo che la parola “ufficiali” è anche sinonimo di ACCERTABILI.



Il Capitano mi chiarisce che, in quanto "singolo cittadino", potrò fare ben poco, se non ottenere sconvenienti "mazzate sui denti" (da chi?), cosa che non gioverebbe a nessuno. Aggiunge anche che il mio metodo di agire è stato erroneo, perché troppo avventato e che per certe cose ci vorrebbe un po’ più diplomazia (sembra che mi consiglino di non farmi troppo notare) e che, per ottenere qualcosa di più sostanzioso, bisognerebbe sporgere una denuncia. Eh già! Sarebbe la strada più opportuna, se non fosse che, nel migliore dei casi, le mie denunce potrebbero venire usate come carta per accendere il fuoco del camino.

Le frasi che, però, mi sono rimaste particolarmente impresse sono le seguenti:

"Ragazzo, tu così inneschi procedure grosse con enti che non sono alla nostra portata. Vedi: sono coinvolti organismi come l'aeronautica militare", oppure "vedi caro mio, ci sono cose nel mondo che nemmeno ci possiamo immaginare, ma che, per quanto male facciano, è meglio che ci siano e nessuno ci può fare nulla”. (?)

Vi assicuro che pronunciate "dall'altra parte della barricata" fa un certo effetto sentirsele risuonare nelle orecchie.

Mentre i Carabinieri parlano e mi fanno capire che tanto non ci si può fare alcunché, ho avvertito una certa "aria di rassegnazione" anche da parte loro: non mi hanno dato l'idea di "occultatori", quanto l’impressione che siano dei "rassegnati burattini".
Tengo a precisare che MAI, durante questa "chiacchierata", nessuno ha cercato di screditare o smentire ciò che io ho riportato. Alla fine è stato messo a verbale tutto quanto da me affermato, cercando di farmi passare da incompetente in materia, in quanto, secondo loro, è "meglio così e che mi stanno dando una mano, in realtà", in quanto la cosa sarà trasmessa in Procura. Prendiamola per buona...

Oggi ho vissuto in prima persona un esempio classico di quando si dice "essere stroncati sul nascere", ma mi sono presa la mia più grande soddisfazione: in un mondo con più di sei miliardi di persone, sappiano che c'è un ignorante in meno.

Non scoraggiatevi mai."

Againstanker
----------------------------------------
Articoli correlati:
- testimonianza da parte di una ragazza che aveva scritto anch'essa al N.O.E. di Bologna ed è stata chiamata in caserma dai Carabinieri...nei secoli fedeli...: "Come sono diventata attivista contro le scie chimiche"
- testimonianza di un pilota civile sulle scie chimiche e video interessanti dalla Germania e dall'Italia

(^__^)

sabato 6 febbraio 2010

Gli inventori di malattie


Viaggio-inchiesta negli Usa sulla colonizzazione farmaceutica: produrre medicine per gente sana.

ll documentario di Luca Cambi, Nicoletta Dentico e Francesca Nava è andato in onda mercoledì 5 agosto alle 23,40 su RaiTre per il programma "C'era una volta".

Guardalo direttamente sul sito di RAI.TV o sul tuotubo.

Grazie al dottor Penna per la segnalazione del documentario.

(^__^)

mercoledì 27 gennaio 2010

La Fame nel mondo è gestita "a tavolino"


Quando un piccolo gesto può fare la differenza - D.ssa Maria Concetta Digiacomo

Quando si parla di Fame nel mondo, si rischia troppo spesso di fare un discorso demagogico e in quanto tale può non essere sentito dai più. Spesso il problema viene vissuto come qualcosa che non possiamo modificare. Nel nostro piccolo, nel nostro vivere quotidiano, possiamo pensare di fare beneficenza aiutando i più poveri, facciamo delle donazioni, aiutiamo delle associazioni umanitarie di cui ci fidiamo, ma a volte basta anche un gesto apparentemente insignificante, che invece ha delle ripercussioni veramente rilevanti. Vorrei così dare un messaggio semplice, apparentemente poco significativo, ma al tempo stesso di sostanziale rilevanza.

I numeri
- 900 milioni di persone soffrono la fame e ben 2 miliardi sono quelle mal nutrite;
- ogni anno 11 milioni di bambini muoiono per cause facilmente prevenibili (basterebbe molto spesso che avessero almeno accesso all’acqua e che questa fosse potabile). Molti altri ancora si “perdono in mezzo ai vivi”, resi invisibili dalla miseria. Di loro si perde ogni traccia, perché mai registrati alla nascita, perché rimasti orfani in età troppo tenera o perché finiti con in mano un fucile in un inferno molto più grande di loro, o finiti nel giro della prostituzione o finiti nel macabro, ma molto ben orchestrato (ad alti livelli!!) giro del traffico illegale degli organi!!
- Oltre 600 milioni di loro, sotto i 5 anni di età, sopravvivono con meno di 1 dollaro al giorno, 200 milioni sono affetti da rachitismo per malnutrizione e oltre 110 milioni non vanno a scuola.

Dall'altra parte...
- 1 miliardo e 142 milioni di persone sono sovrappeso.
- 29.2 milioni di persone ogni anno muoiono per eccesso di cibo (17,5 milioni per patologie cardiovascolari, 9 milioni per patologie tumorali, 3,8 milioni per diabete...)

Cosa dire della parte più nobile e più pulita, di quel mondo meraviglioso e magico che apparterrebbe loro, di un diritto inviolabile: l’INFANZIA? Vengono privati di tutto questo, con un vero e proprio “saccheggio”!!

Perché organizzazioni importanti come la F.A.O. ad esempio, con i suoi 3500 dipendenti, di cui 1600 dirigenti ben stipendiati, da anni si interessano e si “impegnano” a tentare di risolvere il problema della fame, ma non ci riescono!? E perché gli affamati nel mondo aumentano sempre di più senza che a livello di organizzazioni che si fanno carico di questi problemi, non si riesce a trovare una soluzione? Forse perché da sessant’anni, ogni anno si organizzano vertici per discutere di Fame, davanti a tavole imbandite di cibo, o forse perché il 70 % dei dipendenti non vive sul campo, ma comodamente a Roma? O forse il problema è ancora più grande e la Fame è volutamente e lucidamente DECISA “A TAVOLINO” NEGLI AMBIENTI DELL’ALTA FINANZA E NELLE “STANZE DEI BOTTONI”?



Di fronte a questo scenario cosa possiamo fare noi? Di certo non possiamo “risolvere” il problema di così difficile soluzione, ma possiamo fare la “NOSTRA PARTE”.

Le premesse:
- Per produrre 1 kg di carne ci vogliono circa 15.000 litri di acqua;
- Per ogni kg di carne prodotto, servono 16 kg di cereali per nutrire gli animali.
- Gli allevamenti di bestiame sono responsabili del 18% delle emissioni complessive di gas serra;
- La produzione di 1 kg di carne causa emissioni equivalenti a 36,4 kg di anidride carbonica;
- Il bestiame è una fonte diretta di metano, 23 volte più dannoso dell’anidride carbonica;
- Ogni ora vengono uccisi, solo negli Stati Uniti, 500.000 animali;
- 2/3 delle terre fertili del pianeta, sono usate per coltivare cereali e legumi per gli animali che saranno poi macellati.

Il numero enorme di animali allevati, per produrre carne:
- Bovini = 1.300.000.000,
- Suini = 1.000.000.000,
- Ovini + Caprini = 1.700.000.000
- Avicoli = 12.000.000.000!!!

Queste cifre contrastano in maniera stridente con i dati sulle popolazioni che muoiono ogni giorno per fame (due su dieci!).

Usare l’85% della produzione di cereali per alimentare gli animali e destinare poi questi all’uomo, da' origine ad una catena divoratrice di risorse. E’ stato calcolato che per l’alimentazione del solo miliardo e trecentomilioni di ruminanti del pianeta, si utilizzano cereali che sfamerebbero 9 miliardi di persone!! Quindi le produzioni attuali di cereali sarebbero già più che sufficienti a sfamare tutti: basterebbe ridistribuire la risorse e diminuire il consumo di carne dei paesi ricchi.

Se solo si diminuisse la produzione di carne quanto più cibo ci sarebbe ? Quanta più acqua? Quanto meno inquinamento?
Perché a livello di FAO o di grosse organizzazioni ONU, non si vuole a mettere in relazione l’aumento della fame con la produzione di carne: nel 2007 la produzione di carne è stata circa 275 milioni di tonnellate; nel 2008 pare supererà i 280 milioni, e a questo ritmo nel 2050 sarà raddoppiata! E sempre che il nostro pianeta resista, saranno anche raddoppiati i morti per fame!

Un piccolo-grande gesto (per cominciare) ce lo suggerisce il premio nobel per la pace 2007 Rajendra Pachauri, presidente del panel intergovernativo sui mutamenti climatici delle Nazioni Unite che ha recentemente proposto per la salvaguardia del nostro pianeta, per il nostro benessere e per la fame nel mondo, una soluzione ”veloce” e alla portata di tutti: RINUNCIARE A FETTINA O BISTECCA UNA VOLTA ALLA SETTIMANA!
La proposta di Pachauri (premio nobel per la pace) è sensata e legittima, dunque mangiare meno carne farà bene al clima, all’ambiente, e sicuramente anche a noi stessi.

Il valore etico di una scelta vegetariana è quindi elevatissimo, rappresentando una scelta di giustizia, di lotta contro la disuguaglianza e la sofferenza dei più deboli, inclusi gli animali non umani. Capisco che questa scelta non può, e di questo me ne rendo conto, essere di tutti.
Ma se ognuno di voi, o di quanti mi leggeranno e vorranno ascoltare il mio modesto suggerimento, adottasse questa semplice e ”veloce” soluzione, così come propone Pachauri, rinunciando a mangiare carne una volta la settimana, o riducendo in generale l’alimentazione con prodotti di origine animale, inciderebbe in maniera significativa sulla propria salute, del mondo, della natura e degli altri “poveri” dimenticati."

----------> Lettera della D.ssa Maria Concetta Digiacomo, medico di famiglia.

PS: la neutralità favorisce sempre l'oppressore, non la vittima. Il silenzio incoraggia sempre il torturatore, non il torturato. (@)

(^__^)

giovedì 21 gennaio 2010

Falsa pandemia per fare miliardi


Povero Topo Gigio, era stato preso come "testimonial" per far vaccinare i cittadini italiani (soprattutto i bambini) ed ora dovrà smaltirsi tutte quelle dosi di porcheria...
Scherzi a parte, fin da subito ho pensato che il virus della "suina" fosse una truffa organizzata a tavolino. Troppe cose non quadravano, a partire dalla "nascita" inconsueta del virus stesso in un paesino sperduto del Messico!
Ora c'è pefino l'ufficialità e arriva per voce del presidente della Commissione Sanità del Consiglio d'Europa Wolfgang Wodarg. Egli ha accusato i produttori dei farmaci e dei vaccini anti-influenzali di avere manipolato la decisione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità di dichiarare l'avvento della pandemia per incamerare miliardi dalla vendita ai governi. L'influenza A è pertanto una falsa pandemia orchestrata dalle aziende farmaceutiche per fare miliardi con i vaccini lucrando su una paura diffusa a livello mondiale.

Grazie a questo terrorismo, le multinazionali del farmaco (denominate Big Pharma) hanno accumulato enormi guadagni senza alcun rischio finanziario, mentre i governi di tutto il mondo hanno speso milioni di dollari/euro nell'acquisto di vaccini per un'infezione che in realtà era molto meno!

Il dottor Wodarg ha affermato: "Per promuovere i propri farmaci e i vaccini brevettati contro l'influenza, le aziende farmaceutiche hanno influenzato scienziati ed agenzie ufficiali, responsabili per gli standard della sanità pubblica, di modo che mettessero a loro volta in allarme i governi di tutto il mondo. Essi hanno fatto sprecare preziose risorse nel campo dell'assistenza sanitaria utilizzate per inefficienti strategie di vaccinazione ed hanno esposto inutilmente milioni di persone in buona salute al rischio degli effetti collaterali sconosciuti di vaccini insufficientemente testati. I semi della paura sono stati piantati cinque anni fa, quando si temette che la molto più letale influenza aviaria sarebbe mutata in una forma umana. Quella "atmosfera di panico" ha portato i governi a fare scorte del farmaco anti-influenzale Tamiflu e a mettere in opera dei "contratti dormienti" (contratti con le aziende farmaceutiche che si sarebbero attivati automaticamente in caso di dichiarazione di pandemia) per milioni di dosi di vaccini."



Le affermazioni del dottor Wodarg arrivano mentre è emerso che diversi governi europei (Inghilterra, Italia, Francia e Spagna...per ora...) stanno disperatamente cercando di disfarsi delle loro eccedenze di vaccini (ordinati quando la paura del contagio aveva raggiunto il culmine) regalandoli o rivendendoli a minor prezzo a paesi del terzo mondo! Pochissimi sono i TG e i giornali che stanno riportando queste notizie sconcertanti.
Uno di questi, il Daily Mail (quotidiano britannico) sull'edizione on-line ha rivelato che Sir Roy Anderson, uno scienziato consulente del governo per l'influenza suina, detiene anche un posto da 116.000 sterline all'anno al consiglio della GlaxoSmithKline. La GSK produce farmaci anti-influenzali e vaccini e si prevede che sia una delle maggiori beneficiarie della falsa pandemia. Logicamente il portavoce della GSK smentisce e ha detto che le accuse di influenza indebita sono fuorvianti ed infondate perchè è l'OMS che ha dichiarato che l'influenza suina H1N1 corrispondeva ai criteri della pandemia.


-----------> ARTICOLI CORRELATI:
- http://straker-61.blogspot.com/2010/01/consiglio-deuropa-la-pandemia-una-farsa.html
- http://scienzamarcia.blogspot.com/2009/12/linfluenza-suina-una-bufala-gigantesca.html

CONTRO LE VACCINAZIONI DI MASSA FORZATE
- http://naturalsolution.spazioblog.it/

ARTICOLI PRECEDENTI SULLA FALSA PANDEMIA CON DOSSIER
- http://anirvan-am.blogspot.com/2009/10/quando-i-vaccini-uccidono.html
- http://anirvan-am.blogspot.com/2009/11/medicalizzazione-della-vita-come.html

IL CONTRATTO "SEGRETO" TRA MINISTERO DELLA "SALUTE" E NOVARTIS
- http://www.altreconomia.it/site/fr_contenuto_detail.php?intId=2208

(^__^)

domenica 17 gennaio 2010

Clima e catastrofi "naturali" usate come arma


Weather as a Force Multiplier: Owning the Weather in 2025 è un documento redatto nell'agosto del 1996 da alcuni ufficiali dell'aeronautica statunitense (USAF) e spiega nel dettaglio l'esistenza di un progetto (e della tecnologia per attuarlo) su come padroneggiare il clima ed usarlo come arma entro il 2025.

Il generale Fabio Mini, ex Capo di stato maggiore delle forze Nato del sud Europa, già comandante della missione Nato-Kfor nel periodo 2002-2003, decorato nell'ottobre 2004 con la Legion of Merit dagli USA, ha affermato in diverse occasioni come le strategie e le armi da guerra siano cambiate e ha parlato delle sue moderne applicazioni al sistema militare statunitense HAARP di manipolazione ionosferica nell'articolo "Owning the weather: impadronirsi del clima", pubblicato sulla rivista Limes e reperibile in versione integrale a questo link.

Eccone un breve estratto:

"La guerra ambientale globale è già cominciata [...] Si distrugge la natura per annientare il nemico [...] e se stessi. [...] Uno dei più moderni programmi di ricerca militare di questi ultimi tempi si chiama proprio "Owning the weather in 2025", impadronirsi del clima entro il 2025, data entro la quale si ritiene di riuscire a possedere il tempo metereologico, e quindi il clima, aumentando le proprie capacità d’intervento militare. [...] Nessuno crede più che un terremoto, un’inondazione, uno tsunami o un uragano siano soltanto fenomeni naturali [...]

Le armi ad onde elettromagnetiche sono capaci di provocare alterazioni della ionosfera, delle fasce di Van Allen e dello strato di ozono, nonché terremoti, maremoti, surriscaldamento e raffreddamento di masse gassose, liquide e solide e quindi possono indurre e pilotare cataclismi atmosferici fino a determinare variazioni climatiche permanenti.

Tutti sanno che gli Stati Uniti da decenni finanziano un progetto di trasmissione di onde ad alta frequenza in corrispondenza della fascia elettromagnetica terrestre. Il progetto denominato HAARP (High Frequency Active Auroral Research Program) è finanziato dal Pentagono a titolo di studio. Ma tutti sanno che il Pentagono non spreca soldi se non ha un interesse militare. [...] Lo scopo è quello d’interferire con la ionosfera. [...] Le emissioni dei trasmettitori di HAARP, che avvengono quasi regolarmente in quattro periodi dell’anno, sono in grado di inviare nella ionosfera raggi di potenza superiore al gigawatt."


A infoltire la trama dei sospetti sull'azione militare dietro il terremoto haitiano, c'è inoltre questo prezioso articolo del professor Michel Chossudovsky dell'Università di Ottawa, dove dice che uno scenario di catastrofe ad Haiti era stato previsto presso la sede della US Southern Command (SOUTHCOM) a Miami, un giorno prima del terremoto in Haiti!
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

APPROFONDIMENTI:

- Radio Base intervista il Generale Mini (feb 2008)

- Documento USAF "Weather as a Force Multiplier: Owning the Weather in 2025"

- Clamorosa intervista di Benjamin Fulford ad un esponente del governo giapponese che ammette di essere sotto ricatto H.A.A.R.P. da parte degli USA

- Nei giorni delle scosse è stata registrata un'intensa attività di H.A.A.R.P. su Haiti

(^__^)

martedì 12 gennaio 2010

È meglio produrre aspirina o eroina?


Droga e medicina sono state spesso associate fin dall’antichità, ma la vicenda più incredibile si ebbe alla fine dell’Ottocento, quando la Bayer inventò l’eroina e la provò sui suoi dipendenti.

Una medicina «eroica»
Le storie dell’aspirina e dell’eroina, le più influenti «medicine» del ventesimo secolo – una legale, l’altra illegale – sono intrecciate fra loro attraverso la figura di un chimico della Bayer, Heinrich Dreser. Egli era stato un chimico assai promettente: ottenne il dottorato ad Heidelberg, poi lavorò presso numerosi laboratori e insegnò all’Università di Bonn. Quando venne assunto dalla Bayer, colosso della farmaceutica tedesca, gli venne affidato il compito di testare la qualità e la sicurezza dei nuovi prodotti.

Nel 1897 Felix Hoffmann sintetizzò l’aspirina e la raccomandò, entusiasta, a Dreser, che la rifiutò dopo un esame molto superficiale. Infatti, Dreser aveva in mente un altro prodotto, dalle grandi potenzialità: l’eroina.
Da tempo gli scienziati cercavano un prodotto che potesse sostituire la morfina come antidolorifico senza provocare dipendenza: Dreser era convinto che l’eroina avrebbe soddisfatto questa esigenza, diventando così una grossa fonte di introiti per la sua ditta. Testò la sostanza su cavie animali e anche su dipendenti della Bayer: furono proprio questi ultimi a descrivere gli effetti della droga, dicendo che li faceva sentire «eroici». La nuova sostanza fu così chiamata «eroina» e presentata nel 1898 come un medicinale eccellente contro la tosse ma soprattutto molto più efficace della morfina per calmare il dolore, senza peraltro che ci fosse pericolo di assuefazione.

In un periodo in cui tubercolosi e polmonite erano tra le principali cause di morte, l’eroina – rallentando la respirazione e consentendo agli ammalati riposanti notti di sonno – ebbe subito grande successo.

Gli effetti collaterali
Nel 1899 la Bayer produceva una tonnellata all’anno di eroina e la esportava in 23 paesi, sotto forma di pastiglie, caramelle, sciroppi e compresse solubili. Ma proprio in quell’anno alcuni ricercatori notarono che alcuni pazienti presentavano scarsa tolleranza alla droga. Nel 1902, quando la vendita dell’eroina rappresentava il 5% del profitto della Bayer, furono riscontrati casi di evidente dipendenza da eroina, mentre cresceva la coscienza dei suoi pericolosi effetti collaterali. Nei successivi dieci anni si compresero fino in fondo le conseguenze dell’eroina.

Conseguenze desiderate
L’eroina dà uno stato di benessere diffuso che si accompagna alla scomparsa di angosce, timori e all’annullamento del dolore fisico. Chi assume eroina va alla ricerca in particolare del flash, una sensazione improvvisa e acuta di euforia, benessere e calore.

Conseguenze indesiderate
Anche l’assunzione di poche dosi genera rapidamente una dipendenza fisica e psichica, richiede un aumento del dosaggio e genera crisi d’astinenza. L’uso continuo provoca la scomparsa degli effetti piacevoli, fino ad arrivare all’assunzione dell’eroina semplicemente per restare normale e combattere la crisi d’astinenza. Sotto il profilo fisico, si assiste poi al decadimento dello stato generale di salute. Si abbassano le difese immunitarie con conseguente debolezza dell’organismo che diventa facile preda delle più diverse malattie. A ciò si aggiungano carie e perdita di denti, flebiti, ascessi. In poco tempo l’individuo che fa uso di eroina perde ogni interesse sociale e l’unica preoccupazione della sua vita diventa il procurarsi l’eroina.

Meglio l’aspirina, dunque
Ben presto, dunque, i dirigenti della Bayer si resero conto degli effetti devastanti dell’eroina e compresero che questo nuovo «medicinale» non sarebbe stato quella grande fonte di guadagno che avevano sperato. Per loro fortuna, gli studi sull’aspirina, nonostante la prima bocciatura da parte di Dreser, non erano stati abbandonati e il nuovo prodotto, registrato già nel 1899, ebbe subito un enorme successo, soppiantando l’eroina come fonte di guadagno per la Bayer. Nel 1913 fu sospesa la produzione di eroina, il cui uso senza prescrizione fu vietato nel 1914. Nel 1919 fu dichiarata illegale anche la prescrizione ai tossicodipendenti.
Alla Bayer ora non interessava più questo prodotto (guadagnava di più con la nuova arrivata aspirina, i cui proventi costituivano il 60% dei suoi introiti) ma ormai l'eroina era stata inventata, con conseguenze che arrivano drammaticamente fino ai giorni nostri.

I giorni nostri
Alcuni documenti diffusi dalla polizia federale canadese nel 2007, hanno rivelato che secondo l'eroina di provenienza afghana starebbe invadendo il Paese degli aceri e l'America settentrionale. Stando ai documenti del ministero della Difesa e di quello degli Esteri, l'eroina prodotta in Afghanistan sta ora minacciando direttamente i canadesi, visto che il 60 per cento della droga sulle strade e' distribuita dai produttori di Kabul.
Una situazione tanto piu' ironica se si considera che per combattere la produzione dell'eroina in Afghanistan, Ottawa ha speso finora quasi 600 milioni di dollari: gli esperti sostengono che l'Afghanistan non ha mai prodotto cosi' tanta eroina come in questi anni di occupazione per motivi di "pace": il 92 per cento di tutta l'eroina prodotta nel mondo!
Meditate gente, meditate...

---------> Fonte:
L. Forti “L’eroina compie cento anni” (1998)

(^__^)